09/02/15

Belli e le donne.


Sono tanti i Sonetti in cui Giuseppe Gioachino Belli si ritrova a parlare di donne....

Belle e brutte, maritate e vedove, nobili e popolane, zitelle e maritate, mignotte e madri di famiglia, comari e vicine di casa, popolano tutte l'universo belliano.
E ci sono poi le sue donne, quelle della vita reale..la madre Luigia, morta prematuramente, 
la moglie Mariuccial'amica del cuore Vincenza Roberti, marchigiana residente a Morrovalle, e l'amore della maturità del Poeta l'attrice Amalia Bettini...
Un elemento che accomuna tutte le donne romane è la prontezza nel rispondere a tono. 
Questa caratteristica era ed è risaputa da tutti....Anche grazie al teatro, al cinema, alla letteratura che hanno contribuito a rappresentare una figura di una popolana sempre pronta a dire la verità, a rispondere a tono sia alle altre donne popolane o nobildonne che siano, sia agli uomini con cui avevano a che fare. Mariti, fratelli e non solo..e la stessa caratteristica è nelle donne di Belli.E nei sonetti si ritrovano tante scenette in tal senso...che confermano questa caratteristica e ci aiutano a capire com'era la vita delle donne nell'Ottocento.
Per approfondire  le tematiche sul
 "Belli e le donne, il 19 febbraio 2015  aAncona nel Palazzo delle Marche,  la AssoBelliMarche e la Commissione Pari Opportunità tra uomo e donna della Regione Marche, promuovono un incontro dal titolo “LE DONNE NEI VERSI DEL BELLI, ritratti quotidiani delle donne dell’800”.
Dopo i saluti di rito del Presidente Solazzi,  si alterneranno le relazioni di Paola Magnarelli  (Università Studi Macerata) su “Le vite diverse delle donne di Belli”  e di  Manlio Baleani, scrittore, che  parlerà delle “Popolane di Roma” , tema del suo ultimo libro “La vita de le donne nei sonetti di GGBelli”. 
Infine alcuni sonetti di Belli saranno letti dai giovani del Gruppo teatrale Quattroamille.